Skip to content

INSIEME AL VENDEE GLOBE 2020

© François Van Malleghem

Devo ancora trovare una definizione per Il Vendée Globe.

Sulla carta è un percorso estremamente difficile di circumnavigazione del globo da compiere in senso orario; sportivamente è una regata in solitario, senza soste e senza assistenza tecnica.

Sfida, avventura, sogno… un viaggio di circa tre mesi che porta a esplorare i confini del mare e le profondità del proprio essere… Il Vendée Globe è stata definita in tanti modi.

Unica al mondo, questa regata si è svolta per la prima volta nel 1989. Quell’anno, il 26 novembre, le prime 13 barche partecipanti si incontrarono a Les Sables d’Olonne. Solo sette tornarono in porto. Il resto dovette ritirarsi.

Da quella prima edizione, ne sono passate altre sette: ognuna è un’incredibile storia da raccontare.

Il prossimo appuntamento è l’8 novembre 2020. Il mio progetto è quello di partecipare assieme ai miei sponsor, al mio team e a tutti coloro che vorranno salire a bordo dell’IMOCA con me.

Forse, se mi sarà dato di farla, potrò trovare una definizione, un significato, alla Vendée Globe.

Il percorso: il mito dei tre grandi Capi

Il percorso della Vendée Globe è un percorso mitico, perché significa viaggiare intorno al mondo attraverso il sud, affrontando le difficoltà tipiche di queste latitudini estreme.

Il viaggio inizia da Les Sables d’Olonne (in Francia) e continua scendendo dal continente europeo in direzione sud-est fino al Capo di Buona Speranza, 35º latitudine sud, alla fine del continente africano. Passa in seguito dall’Oceano Atlantico all’Oceano Indiano e lo attraversa completamente. Il seguente traguardo è Capo Leeuwin, situato alla 34º latitudine sud sul limite meridionale dell’Australia, dove inizia l’Oceano Pacifico. Dopo molte ore di navigazione, passata la Terra del Fuoco e la temibile latitudine 56 sud, si raggiunge Cape Horn, dove gli oceani del Pacifico e dell’Atlantico si scontrano brutalmente, formando grandi onde avvolte da forti venti.

Chi partecipa sa che il percorso è pericoloso, e che molte sono le componenti in gioco: la meteorologia, la resistenza fisica e quella mentale, l’esperienza e le conoscenze accumulate, la capacità di affrontare l’imprevisto. E forse, chissà, qualcosa in più.

regate

  • Da Brest (Francia) a Charleston (USA)
  • Partenza il 10 maggio 2020
  • Regata in solitario
  • Da Les Sables d’Olonne (France) a New York (USA)
  • Partenza il 16 giugno 2020
  • Regata in solitario
  • Da Les Sables d’Olonne a Les Sables d’Olonne (France)
  • Partenza il 8 novembre 2020
  • Regata in solitario
© François Van Malleghem

Nel cammino verso il Vendée Globe, incontrerò differenti regate. Esperienze uniche che avrò l'onore di poter vivere.

libri e dvd

  • DVD SEAYOU MINI 6.50
  • IL MANUALE DELLO SKIPPER
  • IL MANUALE DEL VELISTA

© Yvan Zedda