Mentre si allineava alla linea di partenza della 2a edizione della Bermudes 1000 Race, Giancarlo Pedote aveva l’obiettivo di scoprire la sua nuova imbarcazione e prenderle le misure. Non pensava di poter arrivare a fare il suo primo podio, ma non si è posto limiti. Ed ha fatto un colpo clamoroso aggiudicandosi il terzo posto al traguardo dell’evento, rendendosi così autore di un debutto straordinario sul circuito dei 60 piedi IMOCA!

«È stata una gara davvero pazzesca! Ho iniziato con un’immersione per rimuovere una corda bloccata sotto la mia chiglia: non è stato un inizio in grande stile. Successivamente, mi sono occupato solo delle mie traiettorie e della mia velocità, poi ho pianificato la mia strategia senza pensare agli avversari. Sono riuscito a mantenere la calma, anche nei momenti difficili». Così ha commentato Giancarlo, costantemente in gara in questa Bermuda 1000 Race fino ad ottenere il suo primo podio.

Ma soprattutto ha realizzato ciò che può essere definito un “colpo clamoroso” nelle ultime 50 miglia prima dell’arrivo. «Alla fine, ho visto che si delineava una buona occasione e mi sono detto «Devo provarci!».  Non avevo niente da perdere, a ben guardare, poiché ero 4° sottovento rispetto al gruppo composto da Sam Davies e Yannick Bestaven e Maxime Sorel. Rimanere accodato non avrebbe portato a nulla e così ho deciso di provarci. Osservato le correnti, ho pensato che se il vento si fosse spostato a nord, avrebbe potuto uscirne una bella manovra. Mi sono buttato», ha spiegato lo skipper di Prysmian Group. E alla fine ce l’ha fatta, dato che è riuscito a doppiare due dei suoi compagni e a salire sul terzo gradino del podio.

Dall’inizio alla fine a contatto con gli altri

«Avrei potuto quasi virare tre minuti prima, per infastidire il mio amico Yannick, ma sono felice della mia prestazione. È stato davvero un finale incredibile. Siamo arrivati tutti e quattro in meno di otto minuti!», ha aggiunto l’italiano, sicuramente un avversario temibile. «Sono davvero contento della mia gara, la prima sul circuito IMOCA. Quando debutti in una nuova classe, non sai mai come devi comportarti. Sono stato davvero felice di essere salito sul podio. Un terzo posto è promettente. Ho fatto la mia regata gomito a gomito con gli altri dall’inizio alla fine. Ho trovato che le condizioni erano perfette per provarci, ho potuto attaccare senza grandi stress», ha aggiunto Giancarlo che non poteva sperare di più per la sua prima gara da solo e ha decisamente lasciato il segno a bordo della sua nuova imbarcazione.

«Abbiamo manovrato in tutte le direzioni, usando la totalità del manuale dei Glénan! Ho davvero fatto di tutto e ho tirato fuori tutte le vele. È stato veramente interessante gettarmici a capofitto in questa nuova imbarcazione, scoprirla e metterci mano. Ho finito che ero sfinito, ma sono veramente contentissimo», ha concluso Giancarlo Pedote, che oltre ad aver segnato il suo primo podio, ha percorso miglia preziose in vista della qualificazione alla Vendee Globe.

 

Approfondimenti

 

Immagine di copertina © François Van Malleghem

Recommended Posts