L’Inarrestabile Spirito di Resilienza. Sofia Goggia.

Sofia Goggia, che tutti conosciamo per le sue imprese sulle piste da sci, è stata coinvolta in un brutto incidente durante l’allenamento a Ponte di Legno, che ha portato alla frattura della tibia e del malleolo tibiale della gamba destra. La campionessa azzurra è stata trasportata a Milano, dove è stata operata.

Sono appassionato di sport da sempre, amo lo sci, che utilizzo per allenare il mio corpo in condizioni utili anche per la navigazione.

Non conosco Sofia, ma so che quando qualcuno arriva ai suoi risultati, è animato da una forte determinazione, concentrazione, focus.

È naturale che in un momento come questo io mi immedesimi.

Nella vita di uno sportivo, ci sono momenti di gloria e trionfo, ma anche sfide che mettono alla prova la risolutezza e la forza d’animo. Sono momenti duri, spesso intimi, che richiedono concentrazione e uno spazio di re-azione privato.

Subire un infortunio che impedisce di esprimersi e raggiungere mete prefissate è senza alcun dubbio uno di questi. Non mi è mai successo, ma è una possibilità che ho ben chiara in mente. La preparazione mentale arriva anche a questo.

La perdita del controllo, il sentirsi un animale in gabbia, che vuole correre e non può, sono fantasmi a cui cerco di essere preparato.

Un infortunio di questo tipo, in un momento di brillanti risultati sportivi, in piena lotta per la Coppa del Mondo generale oltre che quella di specialità Discesa Libera, è una prova crudele che è possibile superare con resilienza e determinazione, due doti che sono sicuro guideranno Sofia attraverso le acque agitate della riabilitazione verso la riva della guarigione. Come ha già dimostrato di saper fare in passato.

Ho voluto scrivere di Sofia perché spero possa ispirare tutti coloro che lottano contro le proprie battaglie personali, a trovare il coraggio per superare ogni ostacolo sulla strada verso il successo, piccolo o grande che sia.

La sua storia ci ricorda che non importa quante volte cadiamo, ma quanti volte ci rialziamo.

In ogni momento di difficoltà, di abbattimento e di fatica emotiva, sono la capacità di guardare oltre il dolore e la frustrazione, la forza di concentrarsi sul processo di guarigione e di visualizzare il traguardo finale che possono aiutarci. La fede incrollabile nel proprio potenziale e nella propria forza interiore. La consapevolezza che ogni battuta d’arresto è solo un’opportunità per imparare, crescere e tornare più forte di prima.

Recommended Posts