Electriciens sans frontières lavora senza sosta dal 1986, anno della sua fondazione, per dare accesso all’elettricità e all’acqua alle popolazioni di tutto il mondo.
Grazie al coinvolgimento di oltre 1.200 volontari e al lavoro svolto assieme alle associazioni locali, promuove lo sviluppo economico e umano utilizzando energie rinnovabili.
In questo modo contribuisce a soddisfare i bisogni primari delle popolazioni situate in aree rurali isolate, spesso minacciate da un livello di estrema povertà, dagli effetti del riscaldamento globale o da catastrofi naturali.
Electriciens sans frontières nel 2019, ha ricevuto il Premio ONU Climate Action per i risultati ottenuti nell’isola di Dominica nel 2018. Un’operazione in cui Giancarlo Pedote e Prysmian Group si erano impegnati con il loro sostegno.

1 click = 1 metro: ecco i nuovi progetti

In occasione del Vendée Globe, lo skipper e il suo fedele sponsor continuano l’iniziativa “1 click = 1 metro” che consentirà la raccolta di cavi elettrici per tre nuovi grandi progetti.
Grazie ai cavi raccolti, i volontari di Electriciens sans frontières andranno in aiuto de:
  • il Liceo Saint-Charles Lwanga di Ziguinchor, in Senegal;
  • l’ospedale di Farafangana in Madagascar;
  • le scuole di N’grouli e Bawelessi in Togo.

Quasi un miliardo di persone nel mondo vive senza elettricità. Sono molto orgoglioso di essere uno degli ambasciatori di Electriciens sans frontières. Le azioni a cui stiamo partecipando, quella recente in Dominica e quelle attuali in Africa, danno un significato ancora più denso a questo progetto Vendée Globe.

Progetto attraverso cui spero di mettere in luce il lavoro svolto da Electriciens sans frontières e da coloro che lavorano al suo fianco” conclude Giancarlo.

Questi tre progetti saranno dettagliati nei prossimi giorni e il primo sarà lanciato il 1 ° novembre. Il principio delle iniziative 1 click = 1 metro è semplice: ogni volta che “metti mi piace” a un post Facecook o Instagram di Prysmian Ocean Racing, 1 metro di cavo sarà donato da Prysmian Group a Electriciens sans frontières.

 

Recommended Posts