Photo © Jean-Marie LIOT / Prysmian Group

NOME DELLA BARCA : PRYSMIAN GROUP

ARCHITETTO : VPLP/ Verdier

CONSTRUZIONE : 2015, Vannes

DATA DEL VARO : 11/09/2015

 

 


Presentazione

L’imbarcazione condotta da Giancarlo Pedote è un IMOCA, conosciuto anche come Open 60. IMOCA, dall’acronimo International Monohull Open Classes Association è il nome del modello di barca da regata ma anche della classe , riconosciuta dalla International Sailing Federation.

Gli Imoca sono imbarcazioni da regata, monoscafi, costruiti secondo tecnologie all’avanguardia per consentire agli skipper di partecipare a regate transatlantiche in doppio o in solitario intorno al mondo, in sicurezza e con performance notevoli.

Barche della Classe IMOCA: le regole

Le regole di classe, Box Rules hanno lo scopo di rendere le barche dei monotipi, cioè delimitare i confini in cui i progettisti e costruttori si possono muovere per non creare troppa discrepanza tra le barche.

 

I criteri principali sono le misurazioni standard come, ad esempio, lunghezza dell’imbarcazione 18,28 metri, larghezza massima 5,85 metri, pescaggio massimo 4,50 metri. Inoltre, gli IMOCA devono soddisfare tre principali criteri di sicurezza: essere in grado di raddrizzarsi autonomamente in caso di scuffia, avere delle paratie interne a tenuta stagna in caso di ribaltamento ed essere progettate ad elevata galleggiabilità in caso di ribaltamento o falle.

 

L’IMOCA Prysmian Group è stato progettato dal duo VPLP – Guillaume Verdier per Jean-Pierre Dick che si preparava nel 2016 a partecipare al suo quarto Vendée Globe, che conclude al 4° posto. È uno dei primi IMOCA, costruiti in quegli anni tra Port -la-Forêt, Vannes, Gran Bretagna e Italia, ad aver montato i foil.

I foil sulla barca Prysmian Group

Queste speciali appendici sono una specie di ali attaccate allo scafo per dare maggiore portanza in modo che in certe condizioni di vento lo scafo si sollevi completamente dall’acqua e ottenga maggiori performances. Da un punto di vista aerodinamico i foil funzionano un po’ come le ali degli aerei: deflettono il flusso, che esercita una forza sull’ala e se questa forza è rivolta verso l’alto, l’imbarcazione si solleva.

L’IMOCA Prysmian Group si distingue anche per una prua più voluminosa e delle linee piatte per aumentare la potenza e renderla più performante nelle calme e nelle zone di transizione, evitando tanti cambi di vele.

Il pozzetto è particolarmente piatto e spazioso per potervi riporre le vele e così abbassare e portare indietro il centro di gravità. Un altro punto a suo favore è l’affidabilità.

Dal 2019 Giancarlo Pedote naviga su questo IMOCA portando i colori di Prysmian Group, il suo storico sponsor.

PRYSMIAN GROUP ITA 34

Lunghezza : 18,28  m

Larghezza : 5,80 m

Pescaggio : 4,50 m

Peso : 8 tonnellate

Altezza dell’albero : 29 m

Tipo di albero : Albero alare

Foils : Si

Superficie max. vele : Bolina : 300 m2

Portante : 600 m2

Recommended Posts