Electriciens sans frontières aiutata grazie a 1 click = 1 metro anche al Vendée Globe

Electriciens sans frontières lavora senza sosta dal 1986, anno della sua fondazione, per dare accesso all’elettricità e all’acqua alle popolazioni di tutto il mondo.
Grazie al coinvolgimento di oltre 1.200 volontari e al lavoro svolto assieme alle associazioni locali, promuove lo sviluppo economico e umano utilizzando energie rinnovabili.
In questo modo contribuisce a soddisfare i bisogni primari delle popolazioni situate in aree rurali isolate, spesso minacciate da un livello di estrema povertà, dagli effetti del riscaldamento globale o da catastrofi naturali.
Electriciens sans frontières nel 2019, ha ricevuto il Premio ONU Climate Action per i risultati ottenuti nell’isola di Dominica nel 2018. Un’operazione in cui Giancarlo Pedote e Prysmian Group si erano impegnati con il loro sostegno.

1 click = 1 metro: ecco i nuovi progetti

In occasione del Vendée Globe, lo skipper e il suo fedele sponsor continuano l’iniziativa “1 click = 1 metro” che consentirà la raccolta di cavi elettrici per tre nuovi grandi progetti.
Grazie ai cavi raccolti, i volontari di Electriciens sans frontières andranno in aiuto de:
  • il Liceo Saint-Charles Lwanga di Ziguinchor, in Senegal;
  • l’ospedale di Farafangana in Madagascar;
  • le scuole di N’grouli e Bawelessi in Togo.

Quasi un miliardo di persone nel mondo vive senza elettricità. Sono molto orgoglioso di essere uno degli ambasciatori di Electriciens sans frontières. Le azioni a cui stiamo partecipando, quella recente in Dominica e quelle attuali in Africa, danno un significato ancora più denso a questo progetto Vendée Globe.

Progetto attraverso cui spero di mettere in luce il lavoro svolto da Electriciens sans frontières e da coloro che lavorano al suo fianco” conclude Giancarlo.

Questi tre progetti saranno dettagliati nei prossimi giorni e il primo sarà lanciato il 1 ° novembre. Il principio delle iniziative 1 click = 1 metro è semplice: ogni volta che “metti mi piace” a un post Facecook o Instagram di Prysmian Ocean Racing, 1 metro di cavo sarà donato da Prysmian Group a Electriciens sans frontières.

Prysmian e Giancarlo: una lunga storia basata su valori comuni

Nata dal 2007, la partnership tra Prysmian Group e Giancarlo si fonda su forti valori comuni, quali la performance, la ricerca dell’eccellenza e il superamento di se stessi. Il leader mondiale nel settore dei cavi e dei sistemi energetici e di telecomunicazioni e lo skipper italiano hanno stretto così un rapporto iniziato sul circuito Mini 6.50, che ha continuato a crescere fino a portarli, oggi, al via della più impegnativa e incredibile regata: il Vendée Globe.

Vero “Everest dei Mari”, questa impresa è una grande sfida, sia sportiva sia umana. Una nuova avventura che l’azienda e lo skipper vivranno intensamente con, da un lato, l’obiettivo di promuovere il marchio Prysmian Group e accrescerne la notorietà e, dall’altro, la voglia di realizzare un sogno ma anche e soprattutto affermarsi come uno dei solidi ambasciatori di Electriciens sans frontières, la ONG francese di solidarietà internazionale che, da più di 30 anni, opera per garantire l’accesso all’elettricità e all’acqua alle popolazioni più povere del mondo.

Alcune storie sono destinate al successo. Una di queste storie si ambienta nel mondo della vela, ed è quella del “viaggio” di Prysmian Group al fianco di Giancarlo.

“La nostra partnership, iniziata tredici anni fa, si è gradualmente spostata verso l’alto fino ad arrivara alla partenza del Vendée Globe. Questo è un obiettivo importante per la nostra azienda e siamo orgogliosi di intraprendere un’avventura di tale portata ”, assicura Francesco Zecchi, MID Director Southern Europe di Prysmian che ha due chiari obiettivi: aumentare la notorietà di Prysmian Group e rafforzare l’immagine e l’identità di marca del gruppo attraverso questa sponsorizzazione sportiva, questo stretto legame con Giancarlo.

Valori comuni

Condividiamo valori di alto livello. Valori che definiscono il nostro impegno verso i nostri clienti, che ispirano la nostra missione: alte prestazioni, ricerca dell’eccellenza, superamento di se stessi. Questi valori sono perfettamente espressi da Giancarlo, come atleta ma anche come uomo. Il nostro obiettivo è utilizzare questa sponsorizzazione e rendere il nostro skipper un vero ambasciatore del gruppo attraverso questo progetto Vendée Globe, che non solo è una grande sfida sportiva, ma anche una straordinaria avventura umana ”, aggiunge il manager italiano, riferendosi a con palese orgoglio, al percorso seguito al fianco dello skipper dal 2007.

Un percorso segnato da grandi successi quali numerose vittorie che hanno valso a Pedote due titoli di champion de France Promotion Course au Large en Solitaire e due titoli di Velista dell’Anno, e una grande vittoria in Multi50 alla Transat Jacques Vabre del 2015.

Un impegno a diversi livelli

In questi anni abbiamo ampliato il valore del nostro portafoglio di marchi e prodotti, e abbiamo deciso di investire di più nella comunicazione sulla marca Prysmian Group”, sottolinea Francesco Zecchi, ricordando che lo sviluppo sostenibile è oggi uno dei temi più importanti per il gruppo Prysmian, fortemente impegnato a sviluppare questo settore.

È un dato di fatto che il gruppo attribuisce grande importanza alla responsabilità sociale. Ritiene che un approvvigionamento affidabile e sostenibile di energia e informazione sia la forza trainante dello sviluppo delle comunità, e non è un caso che abbia scelto di coinvolgere nel loro progetto di sponsorizzazione l’ONG Electriciens sans frontières.

È necessario creare consapevolezza attorno all’importanza che hanno l’energia elettrica e le telecomunicazioni per lo sviluppo economico e umano delle popolazioni, e in questo senso il Vendée Globe è uno strumento molto interessante. L’accesso all’energia e all’acqua è essenziale per le popolazioni più povere. Questo progetto con Giancarlo trasmette un messaggio di solidarietà incentrato sullo sviluppo sostenibile ”, ricorda il MID Director Southern Europe di Prysmian, così come lo skipper dell’IMOCA Prysmian Group:

Dal 1986, la ONG Electriciens sans frontières aiuta le popolazioni che vivono in zone rurali isolate senza accesso all’energia elettrica. Analizza le loro esigenze al fine di identificare le soluzioni più convenienti, efficaci e sostenibili in collaborazione con gli attori locali. Sono molto orgoglioso di indossare i suoi colori, così come sono orgoglioso di indossare il logo di Prysmian Group.

Quando è iniziata la nostra storia insieme, non avrei mai immaginato che ci avrebbe portato al Vendée Globe. Abbiamo costruito un bellissimo rapporto di fiducia e abbiamo gradualmente aumentato il centro delle nostre ambizioni andando avanti mano nella mano. In questo prossimo giro del mondo, voglio fare bene. Voglio portare a termine la mia missione nel miglior modo possibile nonostante tutte le difficoltà che questo tipo di avventura comporta. Farò di tutto per esprimere al meglio le potenzialità della barca attraverso le mie potenzialità, come ho fatto durante la fase di preparazione. Darò il 100% di me stesso, con la mia testa ma anche con il cuore, per non avere rimpianti, qualunque cosa accada ”, conclude Giancarlo.

Raymarine nuovo official supplier a bordo di Prysmian Group.

L’8 novembre, tra un mese, i 33 concorrenti del Vendée Globe salperanno per questo leggendario giro del mondo. Avventura, viaggio, ma anche una delle regate più complicate, il Vendée Globe è un sogno. Per Giancarlo Pedote è anche il culmine di una lunga storia con Prysmian Group, iniziata 13 anni fa in Mini 6.50.

 

Affidabilità e voglia di partire
L’IMOCA di Giancarlo Pedote è affidabile. Arrivata quarta all’ultimo Vendée Globe nel 2016, la barca non è stata modificata, ma adattata alle esigenze del suo nuovo skipper con l’obiettivo di renderla più sicura e vivibile.
« A un mese dalla partenza, mi sento bene. Sono passati molti anni da quando ho immaginato per la prima volta questo momento, e più mi avvicino, più cresce il desiderio di partire. E sapere di poterlo fare grazie e assieme a Prysmian Group, che per primo ha creduto in me, mi riempie di orgoglio e di emozione. Non vedo l’ora di tagliare la linea di partenza e salire sull’Everest dei mari! ». 

Se Giancarlo Pedote, laureato in filosofia all’Università di Firenze, è un amante del viaggio e della scoperta di nuovi orizzonti, è anche un combattente nato. Ex pugile, navigherà assieme ad alcuni dei migliori skipper del mondo in questo Vendée Globe con l’ambizione di un solo obiettivo: quello della performance. « Non sono né stressato né felice. Voglio solo cercare di raggiungere due obiettivi: finire il Vendée Globe e navigare al meglio delle mie possibilità. »

La sicurezza affidata a un nuovo official supplier: Raymarine.
Con questi obiettivi, Giancarlo Pedote e la sua equipe hanno lavorato durante tutto l’anno. Il tema della sicurezza è un tema molto sentito dal team Prysmian Group, che ha potuto contare sulla collaborazione di un nuovo sponsor tecnico proprio a questo fine:
« Durante questa campagna Vendée Globle ho avuto la grandissima fortuna di lavorare  con degli sponsor tecnici di eccellenza con i quali ho potuto approfondire certe tematiche cruciali, quali la sicurezza e il comfort dell’abbigliamento con Helly Hansen, l’affidabilità del motore per poter avere l’energia durante tutta la regata con Lombardini e la possibilità di poter utilizzare le migliori cime grazie a Gottifredi Maffioli. » commenta Giancarlo Pedote, con un sincero pensiero di ringraziamento a tutte le aziende che gli hanno permesso di arrivare alla partenza del Vendée Globe. Aziende alle quali si è aggiunta Raymarine.
« L’ingresso di Raymarine tra i nostri partner tecnici è per me una grande opportunità e sono onorato di aver potuto iniziare a lavorare con questo partner di eccellenza, con il quale abbiamo studiato delle soluzioni soprattutto legate alla sicurezza, un tema capitale per poter concludere il Vendée Globe. Grazie a Raymarine ho dotato l’Imoca Prysmian Group di un sistema di radar e display (Quantum 2 e Axiom) estremamente efficace che permette di navigare in assoluta sicurezza poiché segnala tramite un allarme la presenza di tutte le imbarcazioni, anche quelle che purtroppo non utilizzano l’AIS. E questo, per barche molto veloci come le nostre, significa poter prevenire ogni tipo di collisione. Senza considerare che, grazie al radar, nel grande Sud potrò vedere molto bene i groppi associati alle code depressionarie ed eventuali iceberg. Sempre grazie a Raymarine ho dotato la mia imbarcazione di telecamere che mi permetteranno di regolare le vele al meglio, un grosso aiuto nella ricerca della performance. Per me questa è una grande occasione e ho voglia di mettere tutta la mia esperienza a disposizione del team Raymarine e degli altri sponsor tecnici per fare in modo che questo Vendée Globe possa servire a tutti per andare avanti nello sviluppo e nella ricerca dell’eccellenza. »

© Martina Orsini
© Martina Orsini

« La grande cura dei dettagli, la ricerca dell’innovazione e soprattutto la passione per il mare che Giancarlo sta mettendo in questa impresa rispecchiano appieno i valori in cui Raymarine si identifica da sempre. È per questo che siamo davvero orgogliosi di essere a bordo di Prysmian Group come partner tecnico e di poter supportare l’unico italiano in gara al prossimo Vendée Globe » dichiara in questa occasione Carlo Baj, Country Manager di Raymarine Italia.

Tutti insieme per una buona causa
Il Vendée Globe è una regata di alto livello, ma è anche un’avventura umana. Lo è per ogni partecipante e ancor più per coloro i quali hanno legato il loro progetto ad una causa umanitaria. È il caso di Giancarlo Pedote, testimonial dell’iniziativa ‘1 click = 1 m’ grazie al quale durante il Vendée Globe Prysmian Group donerà 1 metro di cavo all’associazione Electriciens sans frontières ogni volta che qualcuno metterà like alla pagina o a un post Facebook o Instagram del progetto IMOCA (PrysmianOceanRacing).
« È un’iniziativa davvero bella, e sono onorato di farne parte. Con molto piacere la metteremo in evidenza sui miei social network. Sarà per me una motivazione maggiore ad andare sempre avanti. »

I cavi Prysmian Group raccolti da Electriciens sans frontières grazie a questa iniziativa saranno utilizzati per due progetti:

  • Un progetto legato all’educazione, che consentirà di portare l’elettricità alla Saint Charles High School in Senegal.
  • Un progetto legato alla sanità, che fornirà elettricità all’ospedale Farafangana in Madagascar.

 


Giancarlo Pedote

Giancarlo Pedote, 44 anni, vive da tempo a Lorient, in Francia, una delle capitali della vela oceanica, dove si è trasferito per vivere sino in fondo la sua professione.
La sua storia comincia col windsurf e attraversa diverse classi di barche oceaniche. Mini 6,50, Figaro, Class 40, Multi50 (la parentesi del Moth) e l’Imoca 60.
Vincitore della Transat Jacques Vabre nella classe Multi 50 nel 2015; 2 volte Champion de France Promotion Course au Large en Solitaire; 2 volte Campione del Mondo classe Mini 6.50; Velista dell’Anno 2013 e 2015, Pedote sarà l’unico italiano presente al Vendée Globe 2020.

Maggiori informazioni sul progetto Vendée Globe di Prysmian Group e Electriciens sans frontières: